.
Annunci online

  albatroreloaded [ "Stavo con i piedi fortemente poggiati sulle nuvole." ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


AgoraVox Italia
Apogeonline
Arcoiris TV
Antonino Monteleone
Articolo 21
Beppe Grillo
Buongiorno
Byoblu
Caterpillar
Ciwati
Cloridrato di sviluppina
Condor
Daniele Martinelli
Dagospia
Decrescita felice
Diritto alla Rete
Enzo Di Frenna
Euronews
Factcheck
Freddynietzsche
Gad Lerner
Gennaro Carotenuto
Gianni Barbacetto
Giornalettismo
Gli antennati
Guardie o ladri
Guido Scorza
Il disinformatico
Internazionale
Invece
Italia dall’Estero
La deriva
L'Antefatto
La Voce
Limes
LorenzoC
Lost in politics
Manteblog
Metilparaben
Michele Serra
Micromega
Navi in bottiglia
Noise from Amerika
Openpolis
Paul the wine guy
Peace reporter
Piccola Italia
Piero Ricca
Piovono Rane
Punto Informatico
Satira preventiva
Scene digitali
Sconfini.eu
Strade sicure
Tempo reale
Toghe Rotte
Uguale per tutti
ViaEmilianet
Voglio Scendere
Wittgenstein
WWWomen

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom





Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
I contenuti di questo blog sono soggetti a licenza creative commons. Le immagini sono in gran parte tratte da internet: se violassero un qualche diritto d'autore siete pregati di informarmi nei commenti al post interessato e saranno rimosse al più presto. I commenti sono in moderazione: evitando di offendere chiunque possa passare di qua verranno sempre pubblicati.

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Wikio - Top dei blog

Pageboss

 


20 gennaio 2010

"...un problema tra la politica e la sanità..."

    Già, e il Pd, quel Pd che abbiam provato a cambiare non fa' eccezione.
    Se le cose stanno come si legge nell'articolo di Mario Gerevini sul Corrire della sera di oggi (qui la risosta di Marino), odio doverlo dire ma non vedo come ci possa essere possibilità di cambiamento.  So che, dal canto mio, dovrei solo tacere: ho mollato qualche tempo fa' e per la seconda volta.
    Non posso fare altro che  ammirare i tanti come Giuseppe Civati e lo stesso Ignazio Marino che ancora e ancora e ancora vedono nel Pd la possibilità di diventare qualcosa di diverso dal carrozzone che continua (ancora e ancora e ancora) ad essere.
    D'altronde sia le primarie degli iscritti che quelle aperte a tutti hanno decretato che Bersani doveva essere il segretario.  E Bersani non è solo Bersani ma tutta una serie di persone (molte delle quali anche validissime) con una precisa identità culturale e politica che conosce solo quel modo di fare politica.  Neanche io, credo ai complotti; semmai, credo che ci sia molto di peggio del complotto: c'è un mucchio di gente (ovunque, mica solo nel Pd) più realista del re, quelli che "pagherebbero per vendersi" (cit) e quelli che venderebbero le ceneri della madre per compiacere.
    Al di la del bene e del male, resta il fatto che la politica e la sanità manco dovrebbero vedersi col binocolo: se proprio devo correre il rischio, tendenzialmente mi fido di più di chi ha pronunciato il giuramento di Ippocrate dopo (si spera) regolare corso di laurea piuttosto che di chi, se va bene, ha giurato su una Costituzione che probabilmente manco ha mai letto.



4 dicembre 2009

Ricevo e pubblico

    Gentili telespettatori,
    Vi comunichiamo che Report andrà in onda Domenica 6 dicembre alle 21.30 su RAITRE.  La puntata si intitola ''LA CONVENZIONE'' di Alberto Nerazzini.  Segue Sinossi: Report torna a occuparsi di sanità. I protagonisti però stavolta sono "I signori" della sanità privata accreditata. A gestirla ci sono alcuni capifila della finanza e dell'economia del Paese, come Rocca e De Benedetti, che hanno fiutato l'affare e investito pesantemente in questo settore che è sempre più allettante. Ma non sono certo i soli, con loro ci sono anche Rotelli, Angelucci, Sansavini, Miraglia, Garofalo: imprenditori più o meno noti che hanno fatto della sanità il core business delle loro attività.  L'offerta privata accreditata varia da regione a regione, ma per tutte la prima voce di bilancio è proprio la sanità, che muove  fino all'80% delle risorse totali. A livello nazionale questo significa 105 miliardi di euro, di cui oltre 20, complessivamente, sono destinati al rimborso di prestazioni e servizi erogati dai privati. Quella dei privati che fanno sanità pubblica è una rete fitta e multiforme, all'interno della quale spesso si manifesta l'eccellenza. Nelle storie dei grandi protagonisti del settore non mancano le carriere imprenditoriali strabilianti, i colpi di fortuna, gli investimenti coraggiosi, la passione irrefrenabile per l'editoria. Ma, a volte, vista anche la posta messa sul tavolo, emergono  anche i rapporti poco trasparenti con la politica e con i diretti concorrenti. A volte il gioco si fa sporco e sul tavolo spuntano truffe e scandali. L'inchiesta di Alberto Nerazzini attraversa tutto il Paese, dal Lazio alla Lombardia, dalla Romagna alla Puglia. Dove anche le inchieste della magistratura che sembrano occuparsi di tutt'altro alla fine finiscono per toccare un nervo scoperto del Paese: quello della sanità.
Per la rubrica Com'è andata a finire? andranno in onda due aggiornamenti:
    ''UNA POLTRONA PER DUE" - Aggiornamento del 18/10/2009'' di Sabrina Giannini.  Due imprenditrici del settore del divano imbottito a Forlì avevano denunciato il fatto che i grandi poltronifici preferiscono i più economici imprenditori cinesi che, a colpi di concorrenza sleale e sfruttando la manodopera in nero, fanno fallire gli artigiani italiani. A un mese dalla messa in onda dell'inchiesta "Una poltrona per Due", le due donne hanno ottenuto il lavoro sufficiente per non chiudere l'attività e licenziare i propri dipendenti.
    ''TRENI ITALIA" - Aggiornamento del 1/11/2009'' di Giovanna Boursier.  Nella nostra inchiesta ''Treni Italia'' avevamo chiesto a Ferrovie perchè danni e risarcimenti ai familiari delle vittime di Viareggio li doveva anticipare lo Stato e non poteva farlo la loro assicurazione, visto che si trattava di un incidente ferroviario. La risposta era stata che bisognava attendere la conclusione dell'inchiesta della magistratura. Qualche giorno dopo la messa in onda, l'amministratore delegato Mauro Moretti dichiara: ''Ferrovie anticiperà i risarcimenti senza aspettare la conclusione dell'inchiesta, ho dato mandato alla nostra assicurazione di accordarsi con quella di Gatx e dopo il giudizio ce la vedremo tra noi". E il 24 novembre anche Gatx comunica che i danni saranno  anticipati.
    Goodnews sarà "Piantiamola!" di Giuliano Marrucci.  Ogni mattina Milano si sveglia, e a dargli il buongiorno si trova una nuova aiuola che sembra un giardino botanico. Gli autori? Michele e Andrea, gli inventori della variante italiana del Guerrilla Gardening. Giardinieri di professione, i nostri due amici la sera continuano il loro lavoro, ma senza guadagnare una lira e rischiando anche qualche bella multa. Perchè il Guerrilla Gardening, ad essere rigidi, è illegale. Cosa che però non ferma gli aspiranti giardinieri clandestini. E infatti gruppi nascono ovunque, da Torino a Pisa. E ogni volta sono sempre Andrea e Michele ad insegnare come fare.
VIEDEOCHAT:  Milena Gabanelli sarà on line dalle 18 alle 19 per commentare la serie appena conclusa.  Alberto Nerazzini sarà on line lunedi' dalle 19 alle 20 per rispondere in diretta video a domande, curiosità e dubbi sull'inchiesta "La convenzione".
Vi informiamo inoltre che sono previste le repliche di questa puntata su Raisat Extra nei seguenti giorni:  lunedi' alle 10.00 e alle 21.00 e giovedi' alle 17.30. E' visibile su Digitale terrestre in Sardegna, Val d'Aosta, Piemonte Occidentale (Torino, Cuneo e zone limitrofe), Trentino Alto Adige, Campania e Lazio ad esclusione di Viterbo. Rai Sat Extra e' visibile su tutto il territorio nazionale  attraverso la piattaforma satellitare TvSat utilizzando l'apposito decoder (TvSat). 
Il video e la trascrizione integrale del testo della nuova inchiesta sara? on line sul nostro sito www.report.rai.it dieci minuti dopo il termine della messa in onda.
Buona Visione! La Redazione.



15 ottobre 2009

Ricevo e pubblico

    Gentili telespettatori,
    Vi comunichiamo che Report andra' in onda domenica 18 ottobre alle 21.30 su RAI TRE.
    La puntata si intitola ''UNA POLTRONA PER DUE'' di Sabrina Giannini.
Segue Sinossi: l'incredibile storia di una concorrenza sleale nella civile Romagna che ha portato i poltronifici italiani sull'orlo di una crisi che non ha nulla a che vedere con l'attuale crisi finanziaria. Infatti gli artigiani italiani sono stati sostituiti da imprese cinesi che applicano prezzi dimezzati e insostenibili per chi rispetta le regole. L'inchiesta svela i punti oscuri di una delocalizzazione dentro il territorio italiano dove controllori e associazioni non hanno fatto il loro dovere consentendo il graduale insediamento di imprenditori cinesi che, in Romagna come in molte altre zone produttive italiane, fanno spesso uso di manodopera clandestina oppure pagata in nero. Quali sono le vere ragioni per le quali uno dei piu' prestigiosi distretti del divano Made in Italy (da cui escono poltrone e divani molto famosi) si sia gradualmente abbassato a pratiche irregolari nel disinteresse generale? L'inchiesta ha cercato di andare oltre la cronaca approfondendo il profilo etico che regola i rapporti di lavoro tra il committente e il suo fornitore. E' questione di poco e restera' una sola poltrona e c'e' il rischio che non ci sara' spazio per gli onesti.
    Per la rubrica Com'è andata a finire? andranno in onda due aggiornamenti:
    ''I VICERE'' - Aggiornamento del 15 marzo 2009 di Sigfrido Ranucci e Antonio Condorelli.
    Torniamo ad occuparci di Catania, il comune salvato dal fallimento nell'ottobre del 2008 con un decreto del Governo che ha destinato i 140 milioni prelevati dai fondi Fas e stanziati dal Cipe per fare opere, alla copertura dei disavanzi. A distanza di un anno i soldi ancora non sono arrivati ma una parte è stata già messa a parziale copertura dei bilanci. L'amministrazione etnea intanto deve fare i conti con la decisione di un commissario straordinario che nel 2007, per evitare ulteriori guai alle già disastrate casse del comune, ha ceduto ai privati, nel silenzio generale, strade, marciapiedi e perfino una scuola pubblica.
    ''GLI ESTERNALIZZATI'' - Aggiornamento del 12 novembre 2006 di Michele Buono e Piero Riccardi.
    Nel 2006 ci siamo occupati del fenomeno del ricorso a pratiche di esternalizzazione di lavoratori presso alcuni ospedali romani e italiani in genere, cioè di appaltare a cooperative e ditte l'acquisto di ore di lavoro per sopperire a carenze di personale assunto direttamente dalla azienda stessa. Questo fenomeno comporta la precarizzazione del lavoro e dei lavoratori (buste paga più basse rispetto ai lavoratori cosiddetti strutturati, contributi pagati per metà nel caso di lavoratori di cooperative, ridotte tutele, ecc.). Questa tesi, contestata allora dall'assessore alla Sanita' della Regione Lazio, viene oggi (2009) acquisita come valida dall'Amministrazione Regionale. L'aggiornamento fa il punto della situazione a distanza di 3 anni.
    L'ASTA DI REPORT di Luca Chianca
A giugno avevamo incontrato un gruppetto di ragazzi de L'Aquila che, dopo il terremoto e con poche risorse tecniche, avevano realizzato un giornalino in un campo di accoglienza. Dopo aver raccolto 11.300 euro all'asta di beneficenza, siamo andati a vedere cosa succede nella piccola redazione di ''Sfollati news'' a distanza di 4 mesi.
    Videochat: l'autrice dell'inchiesta Sabrina Giannini sarà online lunedì dalle 18 alle 19 per rispondere in diretta video a domande, curiosita' e dubbi sull'inchiesta in onda domenica.
    Vi ricordiamo che sul nostro sito www.report.rai.it potete trovare la trascrizione integrale dei testi ed i video delle nostre inchieste.
    Buona Visione!
    La Redazione.



24 aprile 2009

Ricevo e pubblico

Gentili telespettatori,

Vi comunichiamo che Report andra' in onda domenica 26 aprile alle 21.30 su RAI TRE.

La puntata si intitola ''LA CURA'' di  Alberto Nerazzini.

Segue  Sinossi:

Il governo ha deciso di ridurre il finanziamento dello Stato alle Regioni per il Servizio sanitario nazionale. L'ultima manovra finanziaria prevede tagli per 5 miliardi di euro in due anni e questo, secondo i Governatori, rischia di far saltare anche i livelli essenziali di assistenza. Tutto cio' avviene mentre Governo e  Regioni sono impegnati nella discussione del nuovo ''Patto per la Salute''. Ma e' chiaro quale sanita' avremo nei prossimi anni? I servizi assicurati ai cittadini sono destinati a ridursi? Saranno reinseriti i ticket? Quali sono i tagli che il governo ha deciso? E soprattutto: i tagli sono stati fatti dopo un'azione seria di verifica degli sprechi? Nel frattempo, il nostro sistema sanitario e' malconcio e si barcamena tra regioni cosiddette virtuose e regioni sprecone, quelle che piu' semplicemente non ce la fanno e allora sono commissariate oppure sottoposte ai Piani di rientro. Alberto Nerazzini ha girato l'Italia, dalla Calabria, dove e' addirittura difficile quantificare il deficit, alla Lombardia, la prima ad aprire la competizione tra sanita' pubblica e privata, e ha visitato alcune delle realta' che dovrebbero rappresentare il fiore all'occhiello del Servizio sanitario nazionale: gli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, gli Irccs, finanziati dal ministero perche' affiancano la ricerca alla cura dei pazienti. Alla fine del viaggio, la fotografia della nostra Sanita' e' quella di un sistema disomogeneo, pieno di inefficienze e di sprechi.

Per la rubrica L'emendamento andra' in onda  ''LA DENUNCIA'' di Luca Chianca.

Al senato a febbraio e' stato votato il disegno di legge in materia di sicurezza pubblica. Passa un emendamento della Lega Nord che lascerebbe liberta' ai medici di segnalare all'autorita' giudiziaria i pazienti non in regola col permesso di soggiorno, ma siamo sicuri che le cose stanno proprio cosi'? Ad oggi il nuovo testo non e' in vigore perche' deve passare ancora alla Camera.

La GOODNEWS di oggi s'intitola ''LO DICE ANCHE LA NONNA'' di Giuliano Marrucci.

Il 2 dicembre 2008 e' stato inaugurato in Germania il supermercato piu' ecologico del pianeta. Siamo a Muelheim an der Ruhr, sede del gruppo Tengelmann. Parte da qui la rivoluzione verde della grande distribuzione, con un supermercato dotato di 1140 metri quadri di pannelli solari, un efficiente sistema di illuminazione basato su regolatori dinamici e LED, un sistema di refrigerazione a impatto zero basato sull'utilizzo della CO2. E poi ancora una strategia di riduzione del packaging e l'utilizzo di trasporti a basso impatto ambientale.

Vi informiamo inoltre che sono previste le repliche di questa puntata su Raisat Extra canale 121 piattaforma Sky nei seguenti giorni:


Lunedi'     27/04 alle 10.00 e alle 21.00

Giovedi'    30/04 alle 16.45

Venerdi'    01/04 alle 24.00

Vi ricordiamo che sul nostro sito www.report.rai.it potete trovare la trascrizione integrale dei testi ed i video delle nostre inchieste.

Buona Visione! La Redazione.



sfoglia     dicembre        giugno

L'ALBATRO Sovente, per diletto, i marinai catturano degli albatri, grandi uccelli marini che seguono, indolenti compagni di viaggio, il bastimento scivolante sopra gli abissi amari. Appena li hanno deposti sulle tavole, questi re dell'azzurro, goffi e vergognosi, miseramente trascinano ai loro fianchi le grandi, candide ali, quasi fossero remi. Com'è intrigato, incapace, questo viaggiatore alato! Lui, poco addietro così bello, com'è brutto e ridicolo. Qualcuno irrita il suo becco con una pipa mentre un altro, zoppicando, mima l'infermo che prima volava. E il Poeta, che è avvezzo alle tempeste e ride dell'arciere, assomiglia in tutto al principe delle nubi: esiliato in terra, fra gli scherni, non può per le sue ali di gigante avanzare di un passo. Charles Baudelaire - I fiori del male


il mattinale

signori della corte

passparola

errata corrige


 

Scudo della Rete
La mappa del potere delle aziende quotate nella Borsa italiana

Cinque Domande

sentenze italiane sentenze europee

 

http://www.libera.it/flex/images/D.1401cad61410e4e28191/nienteregali_banner.gif