.
Annunci online

  albatroreloaded [ "Stavo con i piedi fortemente poggiati sulle nuvole." ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


AgoraVox Italia
Apogeonline
Arcoiris TV
Antonino Monteleone
Articolo 21
Beppe Grillo
Buongiorno
Byoblu
Caterpillar
Ciwati
Cloridrato di sviluppina
Condor
Daniele Martinelli
Dagospia
Decrescita felice
Diritto alla Rete
Enzo Di Frenna
Euronews
Factcheck
Freddynietzsche
Gad Lerner
Gennaro Carotenuto
Gianni Barbacetto
Giornalettismo
Gli antennati
Guardie o ladri
Guido Scorza
Il disinformatico
Internazionale
Invece
Italia dall’Estero
La deriva
L'Antefatto
La Voce
Limes
LorenzoC
Lost in politics
Manteblog
Metilparaben
Michele Serra
Micromega
Navi in bottiglia
Noise from Amerika
Openpolis
Paul the wine guy
Peace reporter
Piccola Italia
Piero Ricca
Piovono Rane
Punto Informatico
Satira preventiva
Scene digitali
Sconfini.eu
Strade sicure
Tempo reale
Toghe Rotte
Uguale per tutti
ViaEmilianet
Voglio Scendere
Wittgenstein
WWWomen

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom





Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
I contenuti di questo blog sono soggetti a licenza creative commons. Le immagini sono in gran parte tratte da internet: se violassero un qualche diritto d'autore siete pregati di informarmi nei commenti al post interessato e saranno rimosse al più presto. I commenti sono in moderazione: evitando di offendere chiunque possa passare di qua verranno sempre pubblicati.

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Wikio - Top dei blog

Pageboss

 


13 gennaio 2010

L'opposizione la trionferà

L'opposizione di governo

    Per paradosso dissento dalla mappa di Ilvo Diamanti "Pdl, il non partito senza opposizione". La mia teoria è che una mente acuta infilata tra i Bondi si sia inventato l'opposizione di governo. L'idea è questa: tu hai il potere e vuoi assicurarti che la tua parte politica prevalga anche alle prossime elezioni. Di fatto questo non è mai accaduto nella seconda repubblica: né Berlusconi né Prodi sono successi a se stessi. Cinque (nel caso di Prodi meno) anni di governo e promesse non mantenute hanno fatto sempre sì che la gente poi votasse altrove con rinnovata credulità. Votava, pertanto, l'opposizione.
     Bene, hanno creato l'opposizione interna, quella di governo. L'avversario principale di Berlusconi appare Fini (che non viene da lontano, è il cofondatore dello stesso partito). Il Giornale di proprietà di Berlusconi contrabbanda ogni mattina questa (ir)realtà attaccandolo. La versione cartacea di questa testata se fa un titolo contro il governo comincia con "Fini:", mica con altri. Hanno coperto anche gli opposti estremismi contrabbandando la Lega come "portatrice di istanze sociali, popolari", quindi di sinistra e offrendo la Destra per quel che è: un rigurgito col rossetto.
    Et voilà. Bersani e Casini? Vanno a farsi i complimenti reciproci da Fazio.
    Vi dicono: ma no, è una lotta per la successione, intanto vi preparate alle esequie per tre anni e nessuno schiatta, poi qualcuno voterà Fini per opporsi a Berlusconi, Lega perché così vedranno (non votava Lega pure Veronica?) e Altan sarà sempre lì con l'ombrello pronto a un centimetro dalle chiappe e il fumetto che dice: "Cipputi, l'opposizione ha trionfato, cuntent?".

    E non credo di potere avere altro da aggiungere....



14 settembre 2009

Passate parola



19 maggio 2009

Compagno si, compagno no, compagno un cazz (*)

    Ma che bravo, ma che simpatico, ma che equilibrato, ma che giusto, ma che bipartisan, ma che avanti.... Maccheccazzo?!
    Non passa giorno che Gianfranco Fini non esterni.  Grazie di cuore, solo vorrei sapere a che titolo si premura di renderci partecipi del suo pensiero. Non credo sia un distinguo ozioso.
    Parla a titolo di Presidente della Camera dei deputati?  Allorchè dovremo rattristarci alquanto al pensiero che siano esternazioni a scadenza, tipo latte uht. Dovremo avere paura che, scaduto il mandato, non potremo più essere resi partecipi dei suoi, peraltro quasi sempre sacrosanti, pensieri.
    Parla a titolo di esponente del Pdl?  Nel qual caso, le uniche conclusioni che riesco (limite mio) a trarne è che l'optometrista gli ha sbagliato gli occhiali e/o che le (talvolta abusive) immersioni subacque gli devono avere in qualche maniera dannegiato gli organi deputati al senso dell'orientamento.
    L'unica risposta che non vorrei mai sentire è che parla a titolo personale. Non è previsto dalla logica. Se si ricopre un incarico pubblico di così alto liello, non si parla mai a titolo personale (a parte lo schifoso binomio Binetti-PD). Un po' come quando si fanno e si dicono delle orripilanti porcate e ci si incazza se, essendo presidenti del consiglio, vengo a dirci che quelle porcate sono necessariamente un caso politico. Non sta in piedi. Uno bisogna che ci pensi prima...
    Solo che mi lascia un tantino interdetto. Non parlo del suo passato, ma del suo presente e della gente che lo circonda. Magari è solo questione di tempo, in altri tempi e di altre persone si sarebbe detto che deve maturare.
    Se solo, nel frattempo, riaccquistassimo, almeno qualcuno, il senso delle cose e delle proporzioni? Ad esempio smettendola di pensare (sperare) che l'opposizione passi per Fini e per la signora Bartolini.  E tenssimo a mente che non è lui che è diventato "di sinistra" (se solo sapessi che accidenti significa) ma, come scrive Zucconi, è il paese che è andato "fuori asse"....

(*) "Compagno si compagno no" (Testo e musica di Ricky Gianco e Gianfranco Manfredi)


sfoglia     dicembre        giugno

L'ALBATRO Sovente, per diletto, i marinai catturano degli albatri, grandi uccelli marini che seguono, indolenti compagni di viaggio, il bastimento scivolante sopra gli abissi amari. Appena li hanno deposti sulle tavole, questi re dell'azzurro, goffi e vergognosi, miseramente trascinano ai loro fianchi le grandi, candide ali, quasi fossero remi. Com'è intrigato, incapace, questo viaggiatore alato! Lui, poco addietro così bello, com'è brutto e ridicolo. Qualcuno irrita il suo becco con una pipa mentre un altro, zoppicando, mima l'infermo che prima volava. E il Poeta, che è avvezzo alle tempeste e ride dell'arciere, assomiglia in tutto al principe delle nubi: esiliato in terra, fra gli scherni, non può per le sue ali di gigante avanzare di un passo. Charles Baudelaire - I fiori del male


il mattinale

signori della corte

passparola

errata corrige


 

Scudo della Rete
La mappa del potere delle aziende quotate nella Borsa italiana

Cinque Domande

sentenze italiane sentenze europee

 

http://www.libera.it/flex/images/D.1401cad61410e4e28191/nienteregali_banner.gif